Rinnovata in casa Vittorio Alfieri Asti la tradizione del pellegrinaggio podistico da Portacomaro a Crea

Si è rinnovato anche quest’anno il tradizionale appuntamento della Vittorio Alfieri Asti con la Portacomaro-Crea, il pellegrinaggio di corsa e di cammino.

Erano solo sei i partecipanti alla classica Portacomaro-Crea agonistica, posticipata quest’anno per motivi logistici di una settimana rispetto alla data tradizionale dell’8 dicembre quando si è svolta la camminata, sullo stesso percorso, con la partecipazione di una quarantina di affezionati.

Così domenica 17 dicembre, nonostante i -6 gradi alla partenza, sei intrepidi biancoverdi hanno preso il via dal piazzale della chiesa di Portacomaro Stazione alle 9.15, in una giornata splendida con una meravigliosa vista sulla catena delle Alpi e sulle colline monferrine che ha accompagnato la carovana.

Michele Anselmo, Claudia Solaro, Gianni Guolo, Enrico Rissone, Vittorio Vaccaneo e Domenico Guglielminetti si sono cimentati nel lungo collinare, sostenuti e supportati, ed anche coccolati, dalla magistrale organizzazione dell’assistenza, capitanata da Silvia Binello, con Luisella Novelli, Giorgio Fracchia, Franco Cipolla, Giorgio Asinari, Luciano e Federica Baracco.

Tutti i podisti sono rimasti in gruppo fino all’inizio della salita di Sanico, circa a metà strada, dove il gruppo ha cominciato a sfaldarsi. Di li, per la parte più dura del percorso, ciascuno ha impostato il proprio ritmo necessario a concludere la fatica e ritrovarsi tutti insieme per un ricco ristoro finale.

Cliccando qui le foto della Portacomaro Crea di corsa.