Parte la sfida al 16° Moscato Rally, ecco i favoriti

Si corre nelle Langhe il 22 e 23 Luglio- Il via sabato pomeriggio con tre passaggi sulla prova di Diano D’Alba. Oltre alla Diano ,Cortemilia e due versioni della Valdivilla per un totale di oltre 75 chilometri cronometrati Tredici le R5 in gara. Massimo Marasso cerca il tris ma attenzione a Chentre e Borsa

I cronometri sono pronti a scattare per la 16° edizione del Moscato Rally in programma nel week-end fra il 22 e 23 Luglio prossimi.

La gara organizzata dalla 991 Racing che da quest’anno gode della collaborazione tecnica della Sport Rally Team di Piero Capello, non cambia un format particolarmente azzeccato. Saranno infatti ancora due le giornate di gara con un suggestivo prologo disputato il sabato che in questa edizione ripropone una delle prove più famose ricavate sulle strade della Langa Cuneese: la Diano D’Alba che misura sette chilometri e cinquecento metri e verrà ripetuta tre volte (16.50-19.29-22.08).
Sei invece i tratti cronometrati previsti la domenica con la prova di Valdivilla che nei due primi passaggi sarà lunga sei chilometri e mezzo mentre nel terzo ed ultimo passaggio è stata allungata ad oltre undici chilometri. A queste si aggiunge l’ormai classica Cortemilia anche questo caso percorsa tre volte e lunga nove chilometri e mezzo. La partenza come detto Sabato da Piazza Umberto I alle ore 16.01 dopo che i concorrenti avranno già disputato lo shake down su un tratto nei pressi di Valdivilla. L’arrivo e la premiazione domenica poco dopo le 18.

Come tradizione inizia il giro dei pronostici.

Sono bel tredici le vetture della classe R5 iscritte. Fra loro troviamo Massimo Marasso e Marco Canuto i quali questa gara l’hanno già vinta nel 2012 e 2013. Dopo la delusione per il ritiro al Rally di Alba a causa di un guasto meccanico sulla Hyundai , l’enologo cuneese ritorna in gara a bordo di una Ford Fiesta. Dovrà vedersela soprattutto con il valdostano Elwis Chentre in gara con Fulvio Florean anche loro su una Fiesta. La vettura di casa Ford sarà l’arma anche per Tiziano Borsa ed Elena Zeffiretti.

Oltre a questi indicati fra i favoriti della vigilia, in classe R5 troviamo anche Patrick Gagliasso al via con Enrico Ghietti su una Fiesta Evo2, il ligure Marco Strata vincitore nel 2015 in gara con Isabella Gialtieri, Carlo Berchio e Arianna Ravano, Alessandro Pettenuzzo e Roberto Aresca, quest’ultimo vincitore lo scorso anno insieme ad Alessandro Bosca, lo svizzero Ivan Ballinari con Giusva Pagani, Luca Arione e Luca Culasso, Fabrizio Gentile e Alessandra Avanzi, SomoneFornara e Paolo Urban tutti sulle Ford Fiesta. Fra le Super 2000 a bordo delle Peugeot 207 la sfida si accende fra i locali Rinaldo Vola e Ugo Montaldo e il chierese Marco Luison in gara con Gloria Andreis mentre in R4 con una Mitsubishi vedremo Roberto Massolino e Marco Bolla. Nella classe Rosa spicca la presenza della torinese Monica Caramellino insieme ad Elisa Servetti a bordo si una Peugeot 208.