Gli astigiani si fanno valere alla 1a Cronoscalata al Castello di Guarene foto

Un podio assoluto e diversi ottimi piazzamenti di categoria per gli atleti di Asti e provincia

Grande successo per la prima edizione della Cronoscalata al Castello di Guarene, corsa in salita a cronometro, organizzata dal GSR Ferrero di Alba e il Club 42,195.

Da San Giuseppe di Castagnito al cortile del Castello di Guarene, 2,7 km di percorso affascinante, alla gara ideata da Andrea Alluto e Alessandro Fiorello hanno partecipato ben 175 podisti, tra cui molti astigiani.

La Brancaleone è stata la società con più iscritti della serata, ma erano presenti anche portacolori della Vittorio Alfieri, del DLF, della Mezzaluna e della Gate Cral Inps. Ed è proprio da quest’ultima società che spunta il miglior risultato tra i podisti nostrani, con la ormai “solita” Erika Ghelfi (nella foto con la maglia verde) sul terzo gradino del podio in 13’51”, a pochi secondi da Eufemia Magro (Dragonero) seconda in 13’45”. Imprendibile la vincitrice, Gloria Barale, del Cus Torino, che con la sua ineguagliabile leggerezza ha scalato la salita in 13’06”.

Sempre al femminile, ottimo quinto posto assoluto per la specialista Elisa Almondo, della Brancaleone, al traguardo in 14’43”, seguita da Francesca Ghelfi (Gate Cral Inps), anche lei abituata alle faticacce delle corse in montagna, che chiude settima in 14’57”. Sulle rampe roerine brilla anche Claudia Solaro, della Vittorio Alfieri Asti, ottava in 15’05”, lei che invece proprio abituata a questo tipo di gare non è dopo una stagione dedicata al mezzofondo veloce in pista.

Al maschile domina il giovane albese del Cus Torino Davide Scaglia, che sale in uno strabiliante 10’49”, su Daniele Galliano (Atletica Alba), secondo in 11’32”, di un solo secondo davanti a Silvio Paluzzi. Il miglior astigiano è Davide Elli, dell’Alfieri, nono assoluto in 12’25”, 14° il compagno di club Edoardo Marchisio, in 12’38”.

Salgono sul podio di categoria Paolo Musso e Franco Cipolla, entrambi dell’Alfieri ed entrambi secondi rispettivamente tra gli M4 ed M5.

Per consultare la classifica completa clicca QUI.