Quantcast

Congresso del Comitato Aics di Asti: riconfermato presidente Giuseppe Inquartana

Più informazioni su

    A guidare l’AICS Asti nel prossimo quadriennio sarà nuovamente Giuseppe Inquartana, presidente uscente.

    “Quelli trascorsi sono stati 4 anni difficili, per una serie di incombenze burocratiche organizzative e per la crisi che ha investito lo sport italiano e che ha fortemente penalizzato, dal punto di vista economico, l’attività degli enti di promozione sportiva” ha commentato Inquartana. Segno della crisi per il Comitato provinciale sicuramente la mancata organizzazione del campionato di calcio a 5 2016/2017, dovuto soprattutto all’esigenza di rispettare rigorosamente le norme vigenti riguardanti la tutela sanitaria di chi pratica sport.

    Il Comitato astigiano in questi anni ha comunque continuato ad impegnarsi al servizio dei suoi circoli non perdendo mai di vista gli obiettivi primari dell’Associazione: la promozione della cultura dello sport di base e l’affermazione di nuove discipline. Sono state organizzate diverse giornate formative e seminariali atte a informare e formare i dirigenti dei circoli affiliati per affrontare le più diverse problematiche.

    Sono stati proposti incontri sulla biodanza, curati dalla consigliera responsabile delle pari opportunità; sono stati organizzati il convegno, in collaborazione con le scuole, sulle pari opportunità nello sport con premiazione finale dei temi elaborati dai ragazzi e il convegno sulla medicina sportiva. Il Comitato provinciale ha inoltre aderito alla campagna lanciata da AICS per contrastare la violenza sulle donne, è stato molto attivo per formare operatori DAE in vista della prossima obbligatorietà dei defibrillatori sui luoghi di sport e presso i circoli ed ha ospitato i ragazzi del Servizio Civile Nazionale.

    “Siamo stati attivi e, se abbiamo dovuto registrare qualche delusione, abbiamo anche avuto qualche soddisfazione, se non altro, non siamo mai stati dei venditori di tessere, o organizzatori di attività fine a se stessa, abbiamo cercato di dare un senso al nostro esserci. Siamo sempre stati attenti alle nuove normative là dove ci venivano comunicate” ha concluso il suo intervento Inquartana.

    Parte del Congresso è stata dedicata alla delicata questione della recente normativa CONI in materia di registro nazionale delle attività sportive cui le Associazioni e Società sportive Dilettantistiche dovranno adeguarsi. Alessandro Crespi, dottore commercialista, dello Studio associato Common Benefit di Novara e consulente dell’AICS Novara, ha presentato nel dettaglio quali saranno le conseguenze se sarà approvata la legge nazionale sul Terzo Settore cercando di chiarire quali sono le possibilità che si prefigurano alle ASD per continuare ad operare.

    “Per capire come muoverci nel prossimo quadriennio dobbiamo ancora capire bene come si evolve il rapporto con il CONI e quale futuro ci potrà essere per l’associazionismo sportivo. Possiamo anticipare che convocheremo comunque quanto prima un consiglio direttivo e andremo insieme ai vari dirigenti, ognuno per il settore di competenza, a tracciare un progetto, o se meglio credete, un programma organico. Di sicuro tutta la nostra attenzione sarà rivolta a informare i circoli affiliati su tutte la novità che riguardano la vita dei circoli e posso già annunciare che è in programma un convegno fiscale. Ci impegneremo sicuramente a valutare se esistono le condizioni per riprendere l’organizzazione del campionato di calcio a 5. Si cercherà di infine capire, là dove è possibile, se esistono le condizioni per fare una convenzione con gruppi che praticano la pallavolo per promuovere il MAMANET” ha anticipato Inquartana.

    A coadiuvare Inquartana ci sarà un team di collaboratori parzialmente cambiato dal precedente. Vice-presidenti saranno Giovanni Berlinghieri e Ezio Casalegno; consiglieri: Antonio Daniello, Paolo Monticone, Silvia Musso e Susanna Ponzone. Nell’organico è inoltre stata inserita una nuova professionalità, obbligatoria per legge, il sindaco revisore dei conti, carica che sarà ricoperta dalla professionista Cristina Enrica Patelli.

    Al Congresso hanno partecipato anche le autorità locali: Lavinia Saracco in veste sia di delegato CONI sia di responsabile Ufficio provinciale di Educazione Fisica, Beppe Basso, assessore allo Sport e Maurizio Rasero, vice presidente CR Asti.

    autorità
    Un ringraziamento particolare è stato rivolto agli arbitri di calcio AICS che nonostante la recenti difficoltà, non hanno fatto venire meno il loro sostegno. A loro è stata consegnata una pergamena.

    foto di gruppo arbitri

    Più informazioni su