L’Asti Rugby riparte con tanta voglia di ritornare in alto

Più informazioni su

    La scorsa settimana, presso la Club House della Cittadella del Rugby, il sodalizio astigiano ha presentato il nuovo tecnico, Achille Bertoncini, che ha subito dimostrato di avere le idee chiare: “Ero in trattativa con un Club di serie A, ma quando ho saputo che Asti stava cercando un Tecnico per costruire un nuovo Progetto, ho contattato subito la dirigenza e fin dal primo incontro sono stato colpito dalla loro umiltà e dal loro entusiasmo, che io ritengo i due aspetti più importanti per costruire un qualche cosa di importante e duraturo“, queste le sue prime parole.

    Durante la presentazione il Presidente, Massimo Bonino )a destra nella foto con il nuovo tecnico), ha ricordato come da gennaio c’è una nuova dirigenza, che in questi primi mesi ha lavorato per raggiungere i primi obiettivi, fra i quali una collaborazione piena con lo Junior Asti e con il Thaka Tani, il ricoinvolgimento delle persone che hanno rappresentato una parte importante per il rugby astigiano e soprattutto, l’affidamento della guida tecnica del Club ad un personaggio di spessore non solo tecnico ma anche umano.

    L’accordo con lo Junior Rugby prevede che, pur restando per il momento due società distinte, ci sia una gestione comune della formazione under 18, mentre la prima squadra sarà gestita dall’Asti Rugby 1981 e le giovanili dall’under 16 in giù dallo Junior; la collaborazione permetterà di evitare problematiche come successe lo scorso anno in cui i galletti furono penalizzati di 8 punti (poi azzerati pagando la multa) per la mancanza delle squadre giovanili.

    Achille Bertoncini nella sua prima vera giornata da tecnico dell’Asti ha dapprima incontrato Chris De Meyer ed Enzo Carafa per cominciare a pianificare la collaborazione tecnica, che partirà dall’under 18 ma tenderà ad estendersi anche alle altre categorie, prima squadra compresa.

    Dopodichè ha incontrato il preparatore atletico Michele Solimeo, con cui sono state concordate le modalità di lavoro per la nuova stagione sportiva ed il programma per arrivare alla data di inizio degli allenamneti , fissata per il 21 agosto. Fin dalla prossima settimana infatti gli atleti dell’Asti svolgeranno un lavoro atletico presso la palestra gestita dallo stesso Solimeo, La Huella Crossfit di Corso Alfieri 125.

    L’incontro, dopo un primo contatto con i giocatori, è stato concluso dal Direttore Sportivo Emanuele Leva, che ha presentato gli impegni relativi alla prima parte della stagione che sono i seguenti: l’inzio allenamenti è previsto giovedì 21 agosto, sabato 30 agosto ci sarà il Torneo delle Tre Provincie ad Asti con il Rumilly (Club di Federale 2, la quarte serie Francese) ed il Ginevra (prima divisione Svizzera); il 5/6/7 settembre il ritiro precampionato, poi verranno disputate due amichevoli fra il 10 ed il 25 settembre con avversari ancora da definire. L’inizio campionato è previsto per domenica 5 ottobre.

    A proposito del campionato, ricordiamo che l’Asti è retrocesso dalla Serie B1 e disputerà la serie C Nazionale, sempre la scorsa settimana si è riunito il Consiglio Federale che ha definito i gironi.

    L’Asti Rugby è stato inserito nel Girone D, così composto:
    Pool 1: Cuneo Pedona Rugby, Amatori Novara, Cus Torino, Ivrea RC, Rugby San Mauro, Rivoli Rugby.
    Pool 2: Cogoleto Rugby, RC Spezia, Savona Rugby, Rugby Alessandria, Acqui Terme, Asti Rugby.

    La formula del campionato è la seguente: prima fase con partite di andata e ritorno tra le componenti di ciascuna Pool, le prime tre classificate di ciascuna Pool si qualificano ad una Pool Promozione con partite di andata e ritorno la cui vincente sarà promossa in Serie B 2015/2016. Le squadre classificate dal quarto al sesto posto di Pool 1 e Pool 2 accederanno ad una Pool Passaggio con partite di andata e ritorno. Quinta e sesta classificata della Pool Passaggio parteciperanno nel 2015/2016 alla Serie C Girone 2.

    Red.

    Più informazioni su