Alessandro Cadei e Diego Gherlone portano a termine un difficile ma intimenticabile Rally di Franciacorta

Più informazioni su

    Diego tornava a dettare le note al pilota Alessandro Cadei, con cui fu protagonista di un brutto incidente nel 2009 al Rally Città di Torino che causò la paralisi permanente agli arti inferiori ad Alessandro. Ma Cadei non si è perso d’animo e ha lottato per quasi cinque anni per tornare al volante di un’auto da rally e finalmente ci è riuscito; ha voluto al suo fianco il compagno di sventura con l’unico obiettivo di concludere la gara.

    I due portacolori della Scuderia Monferrato di Valenza centrano questo risultato nonostante alcuni problemi che li hanno costretti a perdere secondi importanti. Alessandro si è dimostrato ancora una volta un grande campione, rispolverando la guida di un tempo, aggressiva e grintosa. La “gara Test” ha portato alla luce alcune le difficoltà e i problemi relativi alla guida con i comandi al volante che sicuramente verranno presi in considerazione e risolti per essere ancora più competitivi in vista di un nuovo impegno sui campi di gara.

    L’equipaggio è comunque molto soddisfatto della prestazione che è andata in crescendo Prova Speciale dopo Prova Speciale, che con la ottima FIAT Panda Kit del Team EFFEMME, gli ha permesso di conquistare il secondo posto di categoria (A5).

    Per ora i programmi non sono ancora chiari, causa anche di un budget che non permette una programmazione, ma sicuramente si comincerà a pensare al futuro cercando di risolvere alcuni piccoli problemi emersi durante la gara che permetteranno all’equipaggio di essere competitivo al 100%.

    Alessandro e Diego vogliono ringraziare tutti gli amici e tifosi che con grande affetto li hanno seguiti sul campo gara o da casa e che gli hanno dato sicuramente una marcia in più per portar a termine un rally molto difficile ma indimenticabile.

    Red.

    Più informazioni su